Preloader

MIKACHAN

“Piccola” Izakaya a Roma dalla profonda cultura gastronomica giapponese

Titolare e Chef:

Michela Giambanco

Mikachan

 

info

Ristorante Mikachan
via Torcegno, 39, 00124 Roma RM

telefono. 338.1737246

giorni e orari di apertura:
giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 19.30 alle 22; mercoledì solo Omakase; chiuso lunedì e martedì.

prenotazione: fino a fine novembre solo tramite Whatsapp; da dicembre solo da sito e canali social (NB: lista di attesa media 4 mesi. Eventuale possibile inserimento di settimana in settimana scrivendo il giovedì mattina. Omakase strettamente su prenotazione)

parcheggio: libero nelle vicinanze

note: accesso per disabili al locale (ma non ai bagni)

sito: www.mikachan.it
Facebook:  https://www.facebook.com/mikag72/
Instagram: https://instagram.com/mikachan_ristorante_giapponese
TikTok: Izakaya Mikachan

 


 

Come preannuncia il nome del locale, anima e cuore di questa piccola izakaya sull’orlo di Roma è Mika-chan, la “piccola” Micaela Giambanco, che con il marito e sous-chef Paolo Campesi dal 2018 propone in Italia piatti che esprimono una autentica e profonda cultura gastronomica giapponese.

Per dirne una: non solo tutte le proposte in carta vengono eseguite seguendo ricette tradizionali, non solo il menu cambia con le stagioni, ma Micaela seleziona anche “piatti di transizione”, poiché la tradizione giapponese conta ben 72 microstagioni e ci sono momenti un cui un prodotto è tipicamente moto buono e tipicamente tradizionale.

 

 

Ogni tanto a sorpresa appare anche qualche specialità fuori carta, pescata dall’immenso bagaglio di conoscenze della gastronomia nipponica che Micaela può vantare. Ha vissuto per un anno in Giappone nel 1992 seguendo localmente corsi di cucina giapponese e da lì è partito tutto: ha lavorato a lungo in ristoranti giapponesi storici di Roma, dove ha “imparato il mestiere” dagli stessi itamae ed anche con lezioni private fino ad essere responsabile unica del banco sushi, e ogni anno trascorre diverse settimane in Giappone seguendo corsi professionali e svolgendo stage nelle sushi-ya più interessanti.

Come non bastasse, è consulente per l’apertura di ristoranti giapponesi in Italia e partecipa a competizioni internazionali in tutto il mondo: poco prima di aprire il suo ristorante è stata selezionata per partecipare al World Sushi Cup 2018 a Tokyo, arrivando alle finali dove ha ottenuto la qualifica di Sushi Chef e il diploma Kuro-obi (cintura nera!), e ha in seguito conseguito il Certificato Bronzo di Taste of Japan 2019 a Parigi.

 

Micaela e Paolo si occupano di tutto in prima persona ed esprimono la felicità e la passione per il proprio lavoro in ogni gesto, dall’accoglienza degli ospiti ai consigli nell’ordinazione, per poi preparare e servire con cura ogni piatto con le loro mani. Le specialità più apprezzate sono, in ordine sparso: sushi, ramen, takoyaki, e il mitico okonomiyaki in perfetto stile di Osaka.

 

 

A chi all’inizio aveva detto loro che il suo menu non sarebbe stato capito in Italia hanno risposto con un successo esplosivo: il ristorante ha liste di attesa di minimo quattro mesi, sia i clienti più esperti che i semplici appassionati di sapori nipponici e persino i semplici curiosi che in Giappone non sono mai stati colgono lo spirito autentico e semplice da vera izakaya tradizionale, e si sentono a casa.

Una esperienza da non perdere, per chi vuole sperimentare una immersione totalizzante nella vera eccellenza della cucina giapponese classica, è il servizio Omakase, un menu degustazione solo su prenotazione servito esclusivamente al bancone, a tu per tu con lo chef, come si usa in Giappone.

Si può assolutamente asserire che Mikachan è stata in grado di raggiungere gli obiettivi che si proponeva con l’apertura di un proprio ristorante: trasmettere cultura e tradizione nipponiche attraverso il proprio stile di cucina e quello spirito di accoglienza tipico delle izakaya giapponesi. E chissà quale altra meraviglia ci riserverà il suo entusiasmo.